Creare un banner, pubblicarlo e renderlo prelevabile

Oltre allo scambio links, molti blogger praticano anche lo scambio banner, e anche chi lo fa con moderazione prima o poi cede alla tentazione di creare il proprio bottone personalizzato per renderlo disponibile a chi volesse copiarlo e aggiungerlo nel proprio blog.

Un banner è un'immagine grafica che contiene al suo interno un link, il formato grafico garantisce una visibilità superiore al semplice link testuale, incuriosisce e spinge maggiormente i visitatori a cliccarlo, inoltre un banner molto diffuso in rete diventa qualcosa di famigliare e contribuisce ad affermare il brand che si vuole promuovere. 
 Scambiare banner significa inserire reciprocamente il banner del sito amico, effettuando di fatto uno scambio link.
In rete ci sono poi molti banner che circolano per promuovere iniziative sociali , quando si inseriscono questi banner non è consuetudine richiedere lo scambio banner, è un'iniziativa  a senso unico che è dettata dall'idea di voler sostenere un pensiero condiviso e fare rete.

Ci sono poi i banner legati a giochi di comunity, i cosiddetti meme, iniziative spesso nate da un blogger buontempone con tanto tempo libero e la voglia di farsi linkare da quanta più gente possibile, se vi passano un meme non sentitevi obbligati a continuare il gioco, la maggior parte dei meme hanno il solo scopo di posizionare il sito che li lancia e nessuna ambizione di dimostrare che davvero il blog che si vuole linkare è brillante, importante, geniale o fantastico, vi basterà fare una ricerca in rete per vedere che il premio che vi vogliono propinare, con tanto di banner a carico ce l'hanno praticamente tutti in rete e non è affatto destinato a distinguere i siti migliori del web. Insomma questi meme sono un po' una catena di sant'antonio.

Infine il banner può essere utile per iscriversi alle classifiche dei blogger,  il banner aiuta a identificare il sito e generalmente è richiesto.

Se volete fare un banner, ecco cosa dovete sapere.
Le fasi sono sostanzialmente tre, la creazione di un file grafico, la proiezione del file sulla rete e l'associazione al link di reindirizzamento all'interno di un codice html. C'è poi ancora una fase, ossia quella di rendere prelevabile il banner inserendolo in una tax area, un ulteriore codice che consente di lasciare inattivo il codice affinchè possa essere prelevato e copiato.
Per fare i vostri banner potete rivolgervi ad uno dei tanti siti che ci sono in rete, io uso spesso cooltext e mi ci trovo bene, i banner sono semplici da realizzare e semplici anche graficamente ma personalizzabili sotto molti aspetti. Ci sono poi siti che permettono di creare banner più dinamici, ricordatevi solo che ogni banner, come ogni elemento di un blog ha un peso, e il peso collettivo di una pagina può rendere difficoltosa l'apertura del vostro blog e scoraggiare i lettori.

Dopo aver creato il banner dovrete salvarlo sul pc prima (almeno se usate cooltext) e sulla rete poi, cercando un servizio di hosting gratuito. Io uso masternewmedia , seleziono il percorso del mio file e dopo l'invio copio il link testuale che il sito mi restituisce.

A questo punto, ottenuto il link grafico, non resta che elaborare il codice html che ci permetterà di creare il banner. Come esempio userò quello del mio blog principale, opinionando, in quanto non credo di farne uno per questo blog, o almeno non ora. Nono sono una fanatica dei banner....


Potete copiare il codice ricordandovi di sostituire il link del mio blog con il vostro e il link del mio file grafico con quello da voi creato, tenendo a mente che i valori 210 e 60 sono le dimensioni, aumentandoli o diminuendoli potrete personalizzare il vostro banner per collocarlo al meglio nelle vostre pagine.

Non vi resta che costruire la taxarea copiando il seguente codice e inserendo all'interno il codice del banner (o il codice che di volta in volta vorrete rendere prelevabile)

<div align="center"><p align="center"><textarea rows="4" cols="22" name="textarea"><br/> inserire il codice del vostro banner <br/> </textarea></p> <div class="meta"> </div> </div><div class="meta"> </div>



Anche in questo caso i valori corrispondenti alle dimensioni potrete modifcarli a vostro piacere, aumentandoli o diminuendoli la vostra taxarea si adatterà alle vostre esigenze.

In pratica dovrete copiare prima il secondo codice (taxarea) e poi collocare all'interno il codice del vostro banner. La cosa non presenta difficiloltà perchè inserirete prima il codice nella casella html spuntando il formato rtf, poi tornando al codice html sembrerà invisibile, e a questo punto copierete il codice del banner.

Non esagerate con i banner però, non a tutti piacciono.

19 commenti:

teatro dal vivo in improvvisazione ha detto...

Sei bravissima e mi sei stata molto utile, grazie :)!

sara_96 ha detto...

grandeeee!!! mi è stato di grande aiuto!!*-*
xD

blogger facilissimo ha detto...

Grazie a voi, i commenti come i vostri sono grandi stimoli per continuare a pubblicare nonostante il tempo sia sempre meno

Roberta ha detto...

grazie mille! finalmente una spiegazione chiara e facilmente applicabile!

roberta ha detto...

grazie mille sei stata utilissima

Silvia ha detto...

Grazie mille! Sei stata un aiuto prezioso!

Anonimo ha detto...

Pardon, mi sfugge un dettaglio.. dove lo copio il codice?
Dentro il source?

blogger facilissimo ha detto...

scusa anonimo ma fatico a seguirti, puoi spiegare meglio fin dove sei arrivato?

tassata ha detto...

grazie, guida comprensibile (anche per una come me)e molto utile!!!

ArteMamma ha detto...

Forse sono particolarmente testona ma...
Ho caricato l'immagine - creata sul mio pc - su imageshack, ho creato il codice html e quello della taxarea seguendo passo passo le tue istruzioni. Quello che non ho capito è dove devo incollare i codici così creati.
Ho provato a pubblicarli sul mio blog utilizzando il gadget HTML/Javascript, ma sul blog appare un riquadro con il codice e non il mio banner...
Puoi aiutarmi?
Grazie.
:)

bloggerfacilissimo ha detto...

la tax area serve per rendere prelevabile il banner, non per renderlo visibile, fermati al passaggio prima, usa la tax area solo se vuoi rendere il tuo banner disponibile ad eventuali scambi banner.
Prova e fammi sapere

Francesina ha detto...

Grazie per questo tutorial, sono riuscita a fare tutto! :)
Grazie!

Io ha detto...

ciao! ho provato a creare il banner da inserire nel mio blog, però una volta inserito il codice nella sezione del blog HTML/Javascript, non appare l'immagine del banner, ma solo un riquadro bianco. Sapresti dirmi come mai? In alternativa potresti crearmi tu l'indirizzo del mio banner, ti manderei il link del mio blog e l'url dell'immagine..grazie e a presto!

Giuseppe Deiana ha detto...

Ciao a tutti....innanzitutto complimenti per la chiarezza dell'articolo, io pero' mi chiedevo una cosa, visto che non so per quale motivo, adsense non mi attiva l'account con la motivazione "hai violato il regolamento" e' possibbile guadagnare con banner pubblicitari estranei ad adsense? Esistono altre possibilità? O mi devo rassegnare?

barbara gastaldi ha detto...

Ciao, si ci sono molti altri siti che permettono di inserire banner pubblicitari, yaoo, virgilio, sprintrade e molti altri ancora

Rosemary3 ha detto...

Ho provato a seguire le tue facilissime indicazioni, ma sul mio blog, riguardo alla taxarea, appare un rettangolo completamente bianco!
Cosa fare?
Ros

Manu Pietro ha detto...

Peccato non mi è stato utile, non ci sono riuscita :-(

Daria ha detto...

Guarda, stavo diventando matta a leggere guide e a studiare qui e là quando ho trovato per pura fortuna il tuo blog. Complimenti, sono riuscita a inserire il mio iframe correttamente in pochi minuti. Grazie infinite! Da oggi ti seguo senz'altro!

barbara gastaldi ha detto...

Ciao a tutti, scusate se non ho risposto ai vostri commenti, ho trascurato parecchio questo blog ultimamente... Mi spiace per chi non sia riuscito a seguire tutti i passaggi e a ottenere il risultato atteso, l'ultimo commento di Daria però mi fa capire che i passaggi sono ancora tutti corretti.
Grazie per aver mantenuto in vita questo blog con le vostre letture e commenti.