Piattaforme diverse e page rank

Come molti blogger, anche io ho sperimentato numerose piattaforme di blog, preferendo poi blogspot e dedicando a questa il mio tempo e il mio contenuto.
Ma, l'avere creato numerosi blog in giro per la rete, mi permette di fare qualche osservazione sul criterio con cui google sta attributendo il page rank.
L'idea che mi sono fatta è questa. Google è più severo con i propri blog rispetto a quanto non lo sia con altre piattaforme, ma veicola un buon numero di traffico e compensa questa maggiore selettività nell'attribuzione del pr con un riscontro di letture reale.

Certo i blog vanno seguiti e aggiornati, ma mentre alcuni miei blog, in questo ultimo giro di boa di pr, sono stati penalizzati pur in presenza di aggiornamenti costanti, nessun cambiamento è intervenuto per blog parcheggiati su myblog, per esempio, e non aggiornati da molti  mesi.

Wordpress segue un po' la scia di blogger per quanto riguarda il page rank, per veicolare il traffico però occorre investire più tempo ed energie di quante non ne impieghi su blogspot.
Resta la piattaforma preferita per chi vuole fare un blog d'autore, un blog di nicchia e, perchè no, un blog in inglese.
Libero è una piattaforma troppo vincolata alla community, non mi piace ma un blog con pochi post non aggiornato da anni ha ancora mantenuto il pr1, quindi tutto sommato anche un blog su libero ogni tanto ci può stare....

Se pensate di creare qualche blog d'appoggio ai vostri, utile sia per sondare nuove piattaforme e nuove utenze sia per un paio di link mirati, un blog da seguire poco e da non curare particolarmente,  credo che la soluzione meno impegnativa e più comoda sia quella offerta da myblog.

1 commenti:

Componenti Elettrici Diodi ha detto...

Blogger tuta la vita!