Riflessioni sui blog, sui commenti e sulla pertinenza di argomenti

Questa sera, leggendo uno dei blog che seguo con maggiore piacere (un blog personale, con spunti e riflessioni di discussioni che partono dagli eventi di ogni giorno per poi essere eviscerati  nei numerosi commenti) mi sono imbattuta in un post che non mi aspettavo, e che mi ha particolarmente coinvolta trattando, appunto, di blog. L'amica, così la considero anche se non la conosco, constatava che alcuni blog hanno centinaia di seguaci ma poi materialmente nessun commento e la discussione si è amplificata, anche grazie ai commenti che a lei non mancano mai, su questi aspetti.
Intanto credo doversoso fare una distinzione di fondo tra blog personali e blog di approfondimento o comunque a tema. 

Chi scrive una sorta di diario cerca il rapporto personale, cerca il commento, cerca lo scambio di opinioni e generalmente lo ricambia, il suo traffico in ingresso, di conseguenza, sarà prevalentemente orientato su siti referer (i cosiddetti seguaci o link amici che dir si voglia) e poco attento alle tendenze dei motori di ricerca e della pertinenza degli argomenti. 
Chi scrive per fare web lo fa per dare informazioni, lo fa per fornire un servizio utile e piacevole,  solitamente cerca di rendere questo impegno remunerativo, investendoci il proprio tempo, le proprie conoscenze  e inserendo  le pubblicità che dovrebbero ripagare gli sforzi qualitativi.
Ora, la domanda è: i commenti aiutano un blog a posizionarsi? la risposta è si, e non lo dico sulla base di conoscenze seo stabili (google cambia sempre parametri)  ma per semplice osservazione del web.
I blog più commentati diventano blog popolari, google li premia con un pagerank alto anche se a volte il contenuto è decisamente inutile ai fini della ricerca...

Recentemente sono inciampata in un blog che mi ha incuriosita proprio perchè ben rappresenta una  delle incongruenze di google... Un blog con alto pagerank , con una grafica che smentisce ogni consiglio seo (la foto di intestazione è grande quanto tutto il monitor, occorre scrollare  con il mouse per leggere i post, la colonna laterale è zeppa di banner dalla grafica adolescenziale e tool superflui e pesanti, i colori dello sfondo e del testo non agevolano la lettura, il caricamento della pagina è lentissimo ecc...). Veniamo ai post. Citazioni, immagini prese dalla rete in quantità industriale, vignette, articoli di altri, poesiole, barzellette, storielle senza autore che vengono riciclate.  Insomma, un blog personale neanche troppo personale che è stato premiato non per i contenuti ma per il riscontro ottenuto con gli altri blogger.
Questo blog che vive sui rapporti tra blogger,  avendo un alto pagerank, veicola anche traffico dai motori di ricerca
E allora è naturale chiedersi: ma i visitatori di google, trovano in questo blog quello che cercano? trovano i contenuti che avevano in mente  digitando le parole chiave sulla barra di ricerca e poi capitando in un blog dove si trovano solo ovvietà, barzellette e luoghi comuni?
La risposta me l'ha data il suo servizio di statistiche, che l'autore del blog ha inserito permettendo a tutti di curiosarci liberamente...
E questa è la sintesi del mese scorso:
visite dai motori di ricerca: circa 9.000, di cui il 97% proveniente da google
di questi 9000 visitatori, solo 384 hanno trascorso il loro tempo sul blog, gli altri ne sono usciti subito
i siti referer sono meno di 200, ovvero i contatti con cui si verifica, presumibilmente, il fitto scambio di commenti che  porta ad avere  50, 60 e anche 70 commenti per ogni post (con più pubblicazioni al giorno...).
Le conclusioni?
- i commenti aiutano a posizionarsi
- le relazioni tra i blog aiutano a posizionarsi
- google non vede l'assenza di contenuti
- i visitatori non trovano utile quello che google propone loro e continuano a cercare

Chissà se il criterio della pertinenza acquisterà maggior valore  nei parametri stabiliti da google per la determinazione delle serp e l'attribuzione del pagerank rispetto a quanto questo esempio sta dimostrando.
Attendiamo panda...



3 commenti:

Valentina ha detto...

pienamente d'accordo!

Anonimo ha detto...

Davvero, come la progettazione grafica e la navigazione del sito, piacevole alla vista e buoni contenuti. altri siti sono semplicemente troppo traboccante aggiunge

Anonimo ha detto...

I needed to thanks for this great learn!! I undoubtedly having fun with every little bit of it I have you bookmarked to take a look at new stuff you put up