Come ottimizzare un blog. Piccola guida sintetica Seo

Piccola guida  sintetica sui consigli più importanti per ottimizzare un blog applicando le più elementari regole seo

Di cosa parla il vostro blog? con quali parole chiave (keyword) volete farvi trovare?
Prima di inziare a scrivere decine di post con il rischio di doverli modificare chiedetevi che taglio di impostazione dare al vostro blog, quali contenuti lo caratterizzeranno e su quali parole investire il vostro tempo e le vostre energie.
Le parole chiave sono quelle che vi permetteranno di essere trovati dai motori di ricerca quindi devono essere pertinenti con il vostro materiale. Una volta individuate le parole chiave inseritele nel codice html del votro blog e tenetevele sempre a mente, usatele quanto più spesso possibile in ogni post evidenziandole almeno una volta con il grassetto.
In ogni post grassettate una delle parole chiave inserite nei metatag e un paio di altre parole complementari, non eccedete con il grassetto o otterrete il risultato inverso, quello cioè di non emergere con nessuna parola in modo significativo.

Curate la grafica del blog. La grafica è un biglietto di presentazione non trascurabile, il blog deve
essere gradevole, chiaro da leggere, facile da navigare, veloce da caricare, i contenuti devono essere facilmente reperibili attraverso una mappa del sito o una barra di ricerca, non ottimizzate i vostri blog per infarcirli di pubblicità ma evidenziate il contenuto, la pubblicità si dovrà integrare in modo coerente e sarà una parte integrante del post stesso.

Aggiornate spesso, più sovente il vostro blog sarà aggiornato più facilmente riceverete visite e traffico dai motori di ricerca.

Curate se volete le relazioni sociali tra i blogger, sono molto utili per alimentare dibattiti e discussioni nell'area dei commenti ma meno significativi del traffico "vero", quello che arriva a voi dai motori di ricera e che vi trova per caso, vi legge, vi salva magari tra i preferiti o tra i siti amici e torna a seguirvi. Non ve la prendete se non avete molti lettori abbonati, amici di facebook o di altri social netword tra i vostri sottoscrittori, le abitudini di navigazione sono ancora molto differenziate e non tutti i navigatori ci tengono ad esprimere una preferenza di simpatia sui siti che visitano. Credo che sia molto più significativo un commento pertinente, vero e reale lasciato da un utente anonimo del web piuttosto che 10 lettori che compaiono nel vostro tool. Rendete i vostri commenti aperti a tutti, incentivateli con un messaggio o una nota nelle desclamair, togliete l'odiosa parola di verifica ma laciate la moderazione, lo spam impazza e occorre filtrarlo. Approvate solo commenti a tema o commenti amici, lascire spazio a commenti off topics, maleducati o fuorvianti potrebbe deindicizzare i vostri stessi post spostandoli su parole chiave inappropriate o associandoli a eventi sgradevoli.

Usate accorgimenti che possono migliorare la vostra considerazione da parte dei motori di ricerca, inserite materiale multimediale se pertinente, inserite qualche link nel testo che rimandi ad approfondimenti ma non fatevi scrupoli a inserire link no-follow per reindirizzare a pagine pubblicitarie o a pagine che volete linkare non per indicarle come un modello da seguire ma come un cattivo esempio,  evitate categoricamente di inserire link a programmi o siti non sicuri, scegliete con attenzione i tool che inserite (anche in un semplice contatore si può nascondere un dialer)

Non sovraccaricate il vostro blog di tutto quanto sia possibile inserire, molti tool sono belli e simpatici ma non tutti sono utili o indispensabili, fate delle scelte consapevoli, perseguite un'ideale grafico di pulizia e praticità che rispetti il contenuto e lo valorizzi.

Gestite lo spazio in modo oculato in modo da non creare disequilibri, inserite un numero di post adeguato in home page e utilizzate la funzione degli articoli sintetici per mostrare le anteprime dei post senza sovraccaricare eccessivamente il peso e lo spazio della home page.

Ricordatevi che i crowler ( i motori di ricerca) usano dei robot per leggere i vostri blog, questi robot leggono prima la colonna di sinistra che quella di destra e leggono prima la parte alta di quella bassa quindi organzizate i vostri spazi di conseguenza, scegliendo template con colonne laterali a destra che  non pregiudichino la visibilità delle keyword, e queste inseritele preferibilmente nella parte alta dei post.

Comunicate con i lettori, lasciate loro modo di interagire, inserite dei sondaggi, lasciateli commentare e partecipare, suggerire, chiedere, se volete inserite un gadget per gli utenti amici (facebook, google o quello che volete voi) ma limitate quanto possile l'uso di popup che richiedono voti e che rimandino a classifiche e concorsi fantomatici che vi tolgono spazio e lettori senza darvi nulla in cambio.

Inserite un contatore invisibile, meglio se si tratta di un ottimo servizio di statistiche come google analytics, consultatelo, leggete le parole chiave che vi portano traffico, il tempo di permanenza e cercate di capire i punti deboli del vostro blog intervenendo adeguatamente per risolverli.

Non fidatevi mai di una sola teoria e di un solo sito seo, leggete, informatevi, decidete da soli cosa applicare e cosa no tenendo a mente che un blog non è un sito professionale e dunque sarebbe maniacale applicare tutte le regole che vi propongono, inoltre la seo è basata sulla sperimentazione e sull'interpretazione del posizoinamento su google, google cambia spesso le carte in tavola e non tutti i siti ottengono gli stessi risultati applicando le stesse regole. Per alcuni webmaster, per esempio, lo scambio link penalizza mentre altri sono favorevoli ad uno scambio link equilibrato e pertinente, gli esempi possono essere infiniti. Per quanto riguarda google, però, una cosa credo di averla capita: i blog troppo ottimizzati non li apprezza, o quanto meno non come sarebbe auspicabile. L'ottimizzazione è un modo per mandare il blog in quarta ma i contenuti devono essere prioritari, se non avete contenuti non c'è seo che possa aiutarvi.

3 commenti:

Matteo ha detto...

Molto interessante, grazie per le dritte!

Bartolo ha detto...

Ciao davvero molto buono il tuo post.Complimenti!!!!Da ignorante vorrei farti una domanda per il mio blog,vorrei creare delle recensioni correlate ai post,insomma approfondimenti vari che riguardano un'argomento ma non ci riesco....Se potresti aiutarmi ne sarei onorato....Scusa ma non ho trovato dove scriverti...Un abbraccio a presto.Bartolo

Bblogger ha detto...

Ciao Bartolo, fammi capire, vorresti fare vari post legati insieme da link? Nello stesso blog o su blog differenti? Nel primo caso è facile, basta trattare i vari argomenti in post diversi e poi inserire link nelle parole chiave che rimandano agli altri post, è una tecnica gradita a google. Se invece parli di postare su blog diversi, forse parli di article marketing o di guest post, ovvero offri un tuo articolo a un blog di qualità che non pubblichi sul tuo blog e nel quale metti un link al tuo articolo correlato. Anche questa è una buona tecnica perchè ti permette di avere un ottimo link da blog diversi dal tuo, magari con un buon pagerank o comunque con un target di lettori diverso dal tuo.